Vai al contenuto

Articoli dalla categoria ‘Personalità’

Gioco d’Azzardo Patologico e Disturbi di Personalità: non solo Antisociali

Il gioco d’azzardo patologico (GAP) è un argomento sempre più d’attualità, anche nel mondo scientifico. Numerose ricerche si sono infatti susseguite nel corso degli anni e numerose sono, ad oggi, le evidenze rispetto ad una comorbilità tra GAP e disturbi di personalità, soprattutto appartenenti al Cluster B (istrionico, narcisistico, antisociale e borderline). I tratti di impulsività, di disregolazione emotiva, di sensation e novelty seeking tipici di questo Cluster di personalità sono stati spesso osservati e riscontrati nei giocatori patologici e sembrano essere alla base dei comportamenti disfunzionali messi in atto da questi individui (Clarke, 2004; Martinotti et al., 2006). gambling

Il disturbo antisociale di personalità, in particolare, sembra essere il disturbo maggiormente riscontrato tra i gamblers e anche quello più studiato (Slutske et al., 2001; Pietrzak & Petry, 2005). Tuttavia, tra i pochi studi che si sono occupati di indagare la correlazione tra il gioco d’azzardo patologico e i disturbi di personalità diversi dall’antisociale, uno studio ha messo in luce che nel 53% dei giocatori patologici si riscontra un disturbo di personalità non antisociale (Steel & Blaszczynski, 1998).

[clicca e continua a leggere su State of Mind…]
 
 
State of mind Consultabile online anche su State of Mind – Il giornale delle scienze psicologiche
 
CTMI Consultabile online anche su Centro di Terapia Metacognitiva Interpersonale

Annunci

AUTOSTIMA. Un percorso alla scoperta della propria unicità

Nuovo corso di 4 incontri, ad Aprile e Maggio, a Roma (quartiere Prati)

Un percorso per..

  • Individuare le risorse personali per affrontare in maniera efficace e soddisfacente le diverse situazioni sociali
  • Diventare consapevoli dei propri punti di forza e imparare a sfruttarli al meglio
  • Liberarsi dai condizionamenti e dalle paure che impediscono di esprimere liberamente le proprie emozioni
  • Sentirsi in grado di vivere rapporti umani autentici e veri in piena e totale accettazione di se stessi e dell’altro
  • Riuscire a comunicare in maniera efficace ed assertiva

Grazie all’utilizzo di esercizi mirati, durante gli incontri i partecipanti potranno imparare tecniche utili che diventeranno strumenti preziosissimi da applicare facilmente giorno per giorno

Gli incontri si svolgeranno nella serata del Martedì, dalle 19.00 alle 21.00, nelle seguenti date: 23 Aprile, 7, 14 e 28 Maggio 2013, presso il Centro di Terapia Metacognitiva Interpersonale a Piazza dei Martiri di Belfiore 4, Roma (Prati).
 
Il corso sarà tenuto dalla dott.ssa Manuela Pasinetti e dalla dott.ssa Lucia Musci, entrambe psicologhe e psicoterapeute ad indirizzo cognitivo-comportamentale.
 
Per informazioni dettagliate consultare il [e cliccare sul] seguente link: https://pillolepsicologiche.com/autostima-un-percorso-alla-scoperta-della-propria-unicita/

Il trattamento metacognitivo interpersonale delle psicosi – Ciclo di seminari

Mi permetto di segnalare questo evento aperto ai colleghi che si occupano e/o interessano di psicosi:

Ciclo di seminari – Il trattamento metacognitivo interpersonale delle psicosi: dalla valutazione alla riabilitazione.

QUANDO: 5, 12, 19 Aprile e 10, 17 Maggio 2013 dalle 10.00 alle 13.00

DOVE: c/o saletta conferenze Libreria Lithos – Via Vigevano 15, 00161 Roma (zona Piazza Bologna)

I seminari saranno tenuti da Giancarlo Dimaggio, Raffaele Popolo, Giampaolo Salvatore e Paolo Ottavi, del Centro di Terapia Metacognitiva Interpersonale di Roma.

Verranno rilasciati 18 crediti ECM.

Per info: info@aelleilpunto.it – Benedetta Biancalana 328 0005017

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

pdf_icon  Clicca e scarica il PROGRAMMA dei seminari

  Clicca e scarica il MODULO D’ISCRIZIONE ai seminari

Suicidio: Aspetti epidemiologici e psicologici di un’emergenza psichiatrica

Ripropongo qui un articolo che ho scritto qualche mese fa e pubblicato su Aiuto Psicologo! il Blog di La Mia Psicologia.

Negli ultimi anni, il tema del suicidio sta ricevendo un’attenzione costantemente crescente in tutto il mondo, con molte nazioni impegnate a sviluppare programmi di prevenzione al fine di ridurre quest’epidemia globale (Lancet, 2009). L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima circa 1 milione di morti per suicidio annue e lo riporta tra le 20 principali cause globali di morte (WHO, 2012).
I tassi di suicidio variano considerabilmente da nazione a nazione e, probabilmente, non tutte le morti vengono registrate e riportate in maniera omogenea e veritiera (in Cina, ad esempio, si ritiene che il numero di suicidi sia sottostimato per questioni economiche). In Europa, attualmente si riscontrano percentuali maggiori nei paesi del nord-est rispetto a quelli del sud.

Clicca e continua a leggere il resto dell’articolo dal Blog Aiuto Psicologo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: